Istituto Comprensivo Di Lerici ISA 10

ISA 10 Istituto Comprensivo di Lerici
“A Lerici un muro di vento azzurro ci separa dal mondo” (F. Tonelli) P.zza Bacigalupi 6, 19032 Lerici (SP)
Tel. 0187967185 • email: spic806007@istruzione.it
PEC: spic806007@pec.istruzione.it • Cod. Mecc. SPIC806007
C.F. 90016630114

REGOLAMENTO PER LA FORMAZIONE E L’UTILIZZAZIONE DELL’ALBO DEI FORNITORI DELLE IMPRESE DI FIDUCIA DELL’ISTITUTO COMPRENSIVO DI LERICI 

 

VISTO l’art. 2 del D.L.vo 163/2006 -Principi di economicità, efficacia, tempestività, correttezza, libera concorrenza, parità di trattamento, non discriminazione, trasparenza, proporzionalità e pubblicità.

VISTO l’art.125 del D.L.vo 163/2006 – Lavori, servizi e forniture in economia.

VISTO il D.I. n. 44/2001 in particolare gli art. 33 e 34 riguardanti rispettivamente, interventi del

Consiglio di Istituto nell’attività negoziale e la procedura ordinaria in merito agli acquisti e contratti.

CONSIDERATO che l’attività negoziale prevista dall’art. 31 e 32 del D.I. 44/2001 è di competenza della Dirigenza, nel rispetto delle deliberazioni assunte dal C.I., lo stesso consiglio approva, il seguente Regolamento per la formazione e l’utilizzazione dell’Albo dei fornitori e delle imprese di fiducia.

Art. 1 – Istituzione

È istituito presso l’Istituto Comprensivo ISA10-Lerici l’Albo dei Fornitori e delle imprese di fiducia.

Art. 2 – Procedura per l’istituzione e la formazione dell’Albo

L’Albo dei Fornitori e delle imprese di fiducia dell’ Istituzione scolastica viene approvato dalla Giunta esecutiva con adozione di apposito atto deliberativo.

All’iscrizione delle imprese idonee si procederà in base ad un criterio cronologico determinato dal numero progressivo attribuito dal Protocollo generale della Scuola.

Tale criterio cronologico sarà utilizzato anche per le successive iscrizioni di aggiornamento ai sensi dell’art. 6 del presente Regolamento.

Resta ferma la facoltà dell’ Istituzione scolastica, in casi particolari e motivati, di invitare o interpellare anche altre ditte ritenute idonee sulla base di giudizi favorevoli per precedenti rapporti contrattuali, oltre quelle iscritte nell’albo nella Sezione pertinente.

L’inclusione dell’impresa nell’Albo fornitori non costituisce titolo per pretendere l’affidamento di pubbliche forniture e servizi e l’Amministrazione non è assolutamente vincolata nei confronti della ditta stessa; L’albo può essere utilizzato per l’affidamento di lavori, servizi e forniture in economia mediante amministrazione diretta ovvero procedura negoziata mediante cottimo fiduciario secondo le prescrizioni normative previste del D.Lgs.163/2006

Art. 3 – Finalità per l’istituzione e la formazione dell’Albo

Le finalità che si intendono raggiungere con il presente Regolamento sono:

  1.  Assicurare l’applicazione uniforme, sistematica e puntuale dei criteri di selezione dei fornitori e dei prestatori di servizi nelle procedure di valore inferiore alla soglia comunitaria e degli esecutori di lavori nelle procedure di valore inferiore alla soglia comunitaria. L’Albo sarà utilizzato nelle procedure ristrette e negoziate per l’acquisizione di forniture, servizi e affidamento lavori.
  2. Dotare l’Istituto di un utile strumento di supporto al processo di approvvigionamento articolato per tipologie e classi merceologiche.
  3. L’Istituto Comprensivo si riserva la facoltà di utilizzare il mercato elettronico della Pubblica Amministrazione attivato da Consip.

Art. 4 – Campo di applicazione

L’Albo dei fornitori sarà utilizzato nel pieno rispetto della normativa in materia di appalti pubblici di forniture di beni e servizi

Art. 5 – Requisiti richiesti

Per essere iscritti all’Albo dei fornitori e delle imprese di fiducia dell’ Istituzione scolastica, occorre fornire i seguenti dati:

  • Ragione sociale
  • Nominativo dei titolari e/o dei soci
  • Indirizzo
  • Iscrizione alla camera di commercio
  • Partita IVA/codice fiscale
  • Caratteristiche merceologiche dei prodotti
  • Referente

Possono essere iscritti nell’elenco dei fornitori i soggetti che ne facciano richiesta ed abbiano dimostrato di possedere i seguenti requisiti:

  1. di essere iscritti nel Registro delle Imprese di ____________________, tenuto dalla C.C.I.A.A. di _________________________, con sede in ______________________ via ____________________________________, n. _______ c.a.p. ___________.
  2. che non si trovino in stato di fallimento, di liquidazione coatta e che non sia in corso un procedimento per la dichiarazione di una di tali situazioni;
  3. che nei propri confronti non sia pendente procedimento per l’applicazione di una delle misure di prevenzione di cui all’art. 3 della legge 27/12/1956 n. 1423 o di una delle cause ostative previste dall’art. 10 della legge 31/12/1965 n. 575;
  4. che, in riferimento al punto c), pur essendo stato vittima dei reati previsti e puniti dagli articoli 317 e 629 del codice penale aggravati ai sensi de l’articolo 7 del decreto-legge 13 maggio 1991, n. 152, convertito con modificazioni, dalla legge 12 luglio 1991, n. 203, non risulti  non aver denunciato i fatti alla autorità giudiziaria, salvo che ricorrano i casi previsti dall’articolo 4, primo comma, della legge 24 novembre 1981, n. 689;
  5. che non sia stata pronunciata sentenza di condanna passata in giudicato, o emesso decreto penale di condanna divenuto irrevocabile, oppure sentenza di applicazione della pena su richiesta, ai sensi dell’art. 444 del codice di procedura penale, per reati gravi in danno dello Stato o della Comunità che incidono sulla moralità professionale;
  6. che non abbiano violato il divieto di intestazione fiduciaria posto all’art. 17 della legge19/03/1990, n. 55;
  7. che non abbiano commesso gravi infrazioni debitamente accertate alle norme in materia di sicurezza e a ogni altro obbligo derivante da rapporti di lavoro, risultanti dai dati in possesso dell’Osservatorio dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi forniture di cui all’articolo 7 della Legge n.163/2006;
  8. che non abbiano commesso grave negligenza o malafede nell’esecuzione delle prestazioni affidate dalla stazione appaltante che bandisce la gara; che non abbiano commesso un errore grave nell’esercizio dell’attività professionale;
  9. che non abbiano commesso violazioni gravi, definitivamente accertate, rispetto agli obblighi relativi al pagamento delle imposte e tasse, secondo la legislazione italiana o quella dello Stato in cui sono stabili;
  10. che nei propri confronti non risulti iscrizione nel casellario informatico dell’Osservatorio dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi forniture di cui all’articolo 7 della Legge n.163/2006 per aver presentato falsa dichiarazione o falsa documentazione in merito a requisiti e condizioni rilevanti per la partecipazione a procedure di gara o affidamento di subappalti;
  11. che non abbiano commesso violazioni gravi definitivamente accertate alle norme in materia di contributi previdenziali e assistenziali, secondo la legislazione italiana o dello Stato in cui sono stabiliti;
  12. di essere in regola, esentati o non obbligati con le norme che disciplinano il diritto al lavoro dei disabili, di cui alla legge 68/99 art.17;
  13. che non sia stata applicata la sanzione interdittiva di cui all’art. 9, comma 2, lettera c), del D.Lgs. in data 8 giugno 2001 n. 231 o altra sanzione che comporta il divieto di contrarre con la pubblica amministrazione compresi i provvedimenti interdettivi di cui all’articolo 14 del decreto legislativo n. 81 in data 9 aprile 2008.
  14. che dichiarino d avere riportato eventuali condanne penali comprese quelle per le quali abbiano beneficiato della non menzione;
  15. di non avere presentato falsa dichiarazione e falsa documentazione ai fini del rilascio della attestazione SOA e di non risultare iscritto nel casellario informatico di cui all’art.7della Legge n.163/2006
  16. che nell’anno antecedente la data di pubblicazione del bando di gara non abbiano reso false dichiarazioni in merito ai requisiti e alle condizioni rilevanti per la partecipazione alle procedure di gara risultanti dai dati in possesso dell’Osservatorio dei contratti pubblici relativi a lavori, servizi forniture di cui all’articolo 7 della Legge n.163/2006;
  17. di essere in possesso dei requisiti di idoneità morale, capacità tecnico-professionale ed economico finanziaria prescritta per le prestazioni di importo pari a quello oggetto della fornitura;

Art. 6 – Presentazione delle istanze

Coloro i quali intendono iscriversi all’Albo dovranno indirizzare la domanda di iscrizione a:

Dirigente Scolastico Istituto Comprensivo Statale ISA 10-Lerici

Tutte le istanze redatte su modello come da allegato vanno prodotte entro il 31/08 dell’anno scolastico precedente l’iscrizione. Sul plico dovrà essere indicato: Iscrizione Albo dei fornitori e/o degli appaltatori di servizi dell’Istituzione scolastica. Il plico può essere recapitato con qualsiasi mezzo. Per qualsiasi informazione i recapiti telefonici sono i seguenti: tel. 0187 967185. L’ Istituzione scolastica si riserva di verificare la veridicità di quanto dichiarato.

Art. 7 – Formazione e aggiornamento dell’Albo.

L’albo ha una validità di 3 (tre) anni. Gli elenchi verranno formati dall’Ufficio in base alla rispondenza ai requisiti prescritti, indicati nelle domande di iscrizione. Le domande incomplete o irregolari saranno inserite nell’elenco soltanto nel momento in cui le stesse verranno sanate. Le Ditte iscritte dovranno tempestivamente comunicare, anche a mezzo fax, l’eventuale perdita dei requisiti richiesti, l’eventuale cambio del domicilio legale e/o del legale rappresentante e qualsiasi altra variazione dei dati indicati nella domanda di iscrizione. L’albo aggiornato viene reso pubblico, mediante affissione all’Albo pretorio sul sito internet della scuola.

Art. 8 – Cancellazione dall’Albo

La cancellazione della Ditta dall’Albo avverrà automaticamente nei casi seguenti:

  • Cessazione di attività.
  • Mancata presentazione di offerte a tre inviti successivi.

Si procederà inoltre alla cancellazione, ad insindacabile giudizio dell’Amministrazione, nei casi di gravi irregolarità nell’esecuzione delle forniture (ritardi nelle consegne, fornitura di beni e servizi con standard qualitativi o tecnici inferiori a quelli richiesti, ecc.). L’impresa interessata potrà presentare eventuali giustificazioni entro il termine che le sarà assegnato dall’Ufficio che adotterà l’eventuale provvedimento di cancellazione. Della cancellazione dall’Albo e dei provvedimenti di modifica verrà data comunicazione all’impresa interessata. L’Amministrazione si riserva, altresì, la facoltà di integrare l’Albo con ulteriori categorie merceologiche o attività previste, utilizzando forme di pubblicità tesa a consentire la più ampia partecipazione possibile.

Art. 9 Pubblicità.

La presente regolamentazione dell’Albo viene resa pubblica attraverso l’affissione permanente all’Albo pretorio e la pubblicizzazione sul sito web della scuola.

La dirigente scolastica

Prof.ssa Eliana Bacchini

La firma autografa è omessa ai sensi dell’art. 3 D.Lgs. 39/1993

Il presente Regolamento, deliberato dalla Giunta nella seduta del 13/02/2014 è approvato dal Consiglio di Istituto in data 13/02/2014.

In allegato il  

Regolamento fornitori



Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.